IL CONDANNATO SEMINFERMO DI MENTE PUÒ AVERE UNA PENA ATTENUATA ANCHE SE È PLURIRECIDIVO

È costituzionalmente illegittimo il divieto di applicare una diminuzione di pena al condannato plurirecidivo, che risulti affetto da una seminfermità mentale.

Lo ha stabilito la Corte Costituzionale con la sentenza n. 73, (redattore Francesco Viganò).

Comunicato del 24 aprile 2020

Pronuncia_73_2020

Nella sezione del blog, è possibile trovare un commento alla sentenza a cura dell’Avv. Prof. Roberto D’amico del Foro di Roma

***